Organizzazione Aziendale, Consulenza Aziendale Bologna

OEE (Overall Equipment Effectiveness): controllo e miglioramento dell’efficienza produttiva

Per aumentare la produttività e contenere i costi è fondamentale dotarsi di un efficace sistema di misurazione, controllo e miglioramento dell’efficienza produttiva: il metodo OEE.

L’attuale contesto competitivo è caratterizzato da una progressiva riduzione dei margini, dovuta alla crescente globalizzazione e ad una minore disponibilità alla spesa da parte dei clienti.

Questo impone alle aziende di ridurre i costi produttivi per conservare o migliorare la propria competitività. Una chiave essenziale per ottenere questo risultato è massimizzare l’efficienza delle risorse produttive, siano esse reparti, linee o centri di servizio.

Essere più efficienti significa, concretamente, aumentare la produttività a parità di risorse impiegate. Questo significa che si può ottenere la stessa produttività impiegando meno risorse, oppure ottenere più produttività dalle risorse esistenti.

Spesso si è portati a pensare che il modo migliore per aumentare l’efficienza produttiva sia quello di rinnovare o potenziare gli asset tecnologici, affrontando investimenti spesso non trascurabili. L’esperienza però insegna che, in assenza di un adeguato sistema di controllo e miglioramento dell’efficienza, difficilmente un sistema produttivo esprime più del 50-60% del proprio potenziale.

Per un’azienda che voglia essere competitiva è quindi prioritario dotarsi di un efficace sistema di controllo e miglioramento dell’efficienza, in particolare sulle risorse “critiche”. Questo consente all’azienda di:

  • misurare l’efficienza produttiva in modo oggettivo;
  • diffondere indicatori che inducono spontaneamente un aumento della produttività;
  • individuare ed eliminare le fonti di inefficienza.

La tecnica universalmente riconosciuta come più efficace è il metodo OEE (Overall Equipment Effectiveness). Concepita inizialmente per la produzione a flusso continuo, questa tecnica può essere implementata con successo anche in contesti produttivi per celle o per reparti, con possibilità di applicazione anche a centri di servizio che svolgono mansioni tendenzialmente ripetitive e standardizzate.

Il metodo OEE prevede alcuni step fondamentali:

  • definizione/validazione degli standard (tempi e metodi)
  • implementazione del sistema di registrazione delle inefficienze
  • sviluppo dello strumento per il calcolo dell’efficienza e per l’analisi ABC delle inefficienze
  • formazione al personale sugli obiettivi dell’attività e sul significato degli indicatori
  • valutazione del livello attuale di efficienza
  • individuazione delle principali fonti di inefficienza
  • eliminazione delle inefficienze tramite attività di miglioramento mirate
  • quantificazione del miglioramento ottenuto e feedback

Overall Equipment Effectiveness

La tecnica viene solitamente implementata in un’area pilota (reparto, linea produttiva o ufficio) e quindi progressivamente estesa alle altre aree. Ciò consente all’azienda di impostare un percorso sostenibile e di effettuare un fine tuning del metodo OEE sulle specificità del contesto.

La pubblicazione degli indicatori (OEE %, incidenza degli attrezzaggi, analisi delle inefficienze etc.) costituisce un riferimento condiviso per tutto il personale coinvolto.

Grafico Overall Equipment Effectiveness

Tipicamente, un progetto OEE consente in pochi mesi di elevare l’efficienza produttiva anche del 30-40%, a seconda della situazione di partenza, portandola alla sua massima potenzialità. Le inefficienze individuate si rivelano spesso di natura prevalentemente organizzativa, e pertanto la loro risoluzione richiede investimenti molto bassi o addirittura nulli.

Di conseguenza, l’implementazione di un progetto OEE è solitamente caratterizzato da un ritorno dell’investimento molto rapido, oltre a garantire un guadagno di efficienza significativo e stabile nel tempo.

Paolo Di Medio

Paolo Di Medio

Paolo Di Medio

Laureato in Ingegneria dei Processi Gestionali, sono consulente aziendale dal 2005. Sono specializzato in Operations Management e possiedo competenze ad ampio raggio nell'ambito del miglioramento organizzativo, in realtà sia manifatturiere che di servizio. Come attività complementare, svolgo docenze sia in corsi aziendali che interaziendali. Sono ideatore e manager di questo blog.
Paolo Di Medio

Articoli correlati

Come migliorare la produttività in Ufficio Tecnico

Come migliorare la produttività in Ufficio Tecnico

Vediamo un caso pratico di miglioramento della produttività in Ufficio Tecnico con le tecniche del Lean Office.

leggi tutto

Implementare i KPI industriali in un contesto multiplant

Implementare i KPI industriali in un contesto multiplant

Introdurre un sistema strutturato di indicatori industriali in un contesto multistabilimento presenta elementi di complessità non ordinari. Un caso reale sviluppato in azienda.

leggi tutto

Significato, definizione e calcolo dell’OEE

Significato, definizione e calcolo dell’OEE

In questo articolo vediamo come si calcola l’Overall Equipment Effectiveness, secondo il modello classico e secondo un modello innovativo più adatto ai contesti produttivi reali.

leggi tutto

Analisi delle inefficienze: strumento essenziale per il miglioramento dell’efficienza produttiva

Analisi delle inefficienze: strumento essenziale per il miglioramento dell’efficienza produttiva

Per aumentare l’efficienza produttiva e ridurre i costi di produzione è necessario sapere esattamente dove indirizzare gli sforzi. In quest’ottica, è indispensabile dotarsi di un sistema di analisi delle inefficienze oggettivo e rappresentativo.

leggi tutto

Eliminare gli sprechi in produzione – parte seconda

Eliminare gli sprechi in produzione – parte seconda

Seconda parte dell’articolo sugli sprechi in produzione e su come abbatterli secondo la “filosofia” del Lean Thinking.

leggi tutto

Eliminare gli sprechi in produzione – parte prima

Eliminare gli sprechi in produzione – parte prima

Gli sprechi sono attività che consumano risorse e non generano valore. Vediamo quali sono e come si possono eliminare secondo il Lean Thinking.

leggi tutto

Produttività ed Efficienza produttiva: elementi chiave per la competitività

Produttività ed Efficienza produttiva: elementi chiave per la competitività

Migliorare l’efficienza produttiva secondo le best practice internazionali è oggi un elemento imprescindibile per ridurre i costi di produzione e mantenersi competitivi in uno scenario di crisi.

leggi tutto